Acqua

Passano gli anni, passano le amministrazioni ma Roma resta sempre la stessa, non cambia nulla e quando vengono giù due gocce in più si allaga tutto.

Credo sia inutile cercare colpe chissà dove ma si può tutto semplificare in macro motivazioni:

  • Amministrazioni passate e presenti non lungimiranti che non fanno della prevenzioni uno dei punti cardine del proprio mandato. Scarsa manutenzione, pulizie delle strade e delle condotte non fatte o fatte nei tempi sbagliati. Manutenzioni del verde e dei terreni inesistente che creano delle barriere naturali per l’acqua, contribuiscono al deposito di detriti, sterpaglie e terra, che poi trasportati dai “torrenti” che si vengono a formare ostruiscono le caditoie e i tombini, rendendo impossibile il defluire delle acque. Non scordiamo anche una pessima gestione della raccolta rifiuti, che con queste piogge quello che non è stato raccolto va in giro per la strada intasando ogni via d’uscita per l’acqua.
  • Una cittadinanza che pensa solo al proprio benessere personale senza guardare cosa c’è ad un metro delle proprie abitazioni, costruendo abusivamente dove non dovrebbero, lasciando crescere piante che sporcano le strade senza curarsi della loro manutenzione, terreni abbandonati, ecc ecc. Cosa più importante da non sottovalutare sono quelli che negli anni hanno allacciato nelle fogne, acque nere, lo scarico delle acque chiare, creando in caso di pioggia un sovraccarico della portata delle fogne che ad alcuni causa anche il rientro in casa delle acque e in strada il sollevamento dei tombini con l’uscita delle acque sporche e di non piacevole odore.

Penso che quando si cercano i colpevoli, oltre che indicare ad una pessima amministrazione bisognerebbe guardare anche in casa propria, anche solo per essere un minimo obiettivi.

 

Citazione del post
«Che lavoro schifoso!
Potrebbe esser peggio.
E come?!
Potrebbe piovere.
»

Pocket
Rif.: VNTRP2795AC71