Inizia una nuova avventura

Era verso la fine del 2011 quando sono stato coinvolto nella costituzione dell’associazione di quartiere Massimina.it, associazione nata per occuparsi dei problemi della zona. Da quel giorno ho avuto modo di conoscere tante persone e un quartiere che non conoscevo, in quanto nuovo della zona. Tante persone fantastiche pronte a lottare con passione per il proprio quartiere.

In questo anno e mezzo sono successe tante cose, sia belle che brutte, sono stati fatti errori e sono state fatte anche cose grandiose, fatte da persone comuni che nella vita di tutti i giorni hanno ben altro da fare, sacrificando il proprio tempo libero per dare qualcosa a questo bellissimo quartiere.

Nel marzo scorso per me è iniziata, per molti altri è ripresa, l’eterna lotta contro la discarica di Malagrotta. Iniziò la farsa dei commissari per la ricerca del sito provvisorio in cui mettere i rifiuti trattati. Organizzammo diverse manifestazioni per far sentire la nostra contrarietà ad un possibile nuovo sito nella Valle Galeria. La farsa finì verso la fine di agosto, quando il sito nella Valle Galeria fu “finalmente” scelto. Da lì inizio la vita in strada. Fondammo un presidio permanente nel parcheggio adiacente alla Via Aurelia.

Il presidio, nato per essere il punto di riferimento per le informazioni e le mobilitazioni, in poco tempo è diventato il punto di aggregazione per molta gente del quartiere, facendolo diventare la piazza che mancava.

Nel presidio si sono ritrovate vecchie amicizie, sono nate nuove amicizie ma ci sono state anche liti e dissapori, come succede normalmente in una comunità eterogenea, creando un clima meraviglioso.

Per me il presidio era diventato la prima casa, dalla mattina presto a notte inoltrata, ogni momento era buono per stare li in compagnia di tutte le persone che lo popolavano.

Ho cercato sempre di essere il più presente possibile, sacrificando molta della vita privata e lavorativa, così come hanno fatto anche altre persone, a favore di una vita sociale piena e di un arricchimento socio-culturale impagabile.

Passando dalla sospensione del presidio per maltempo e freddo alle varie iniziative invernali, come la notte del 28 dicembre passata in strada fino alle 3 del mattino, o come passare l’intera giornata del primo gennaio al freddo per supportare l’azione isolata di alcuni cittadini, passando per i giorni di organizzazione della manifestazione del 5 gennaio, arriviamo ad oggi, dopo un periodo di stallo dovuto all’ormai conclusa campagna elettorale per il governo e la regione Lazio.

Oggi inizia per me una nuova avventura, la possibilità di diventare consigliere nel nostro municipio, così da poter vedere dall’interno delle istituzioni le problematiche della nostra zona e capire come risolverle in modo concreto.

Da quando ho iniziato la mia avventura in questo quartiere ho sempre mantenuto lo stesso profilo di attenzione e presenza senza mai risparmiarmi e se dovessi riuscire in questa avventura userò lo stesso impegno.

Voglio ringraziare tutte le persone con cui ho collaborato fino ad ora, che inizialmente erano sconosciuti ma che ora, da parte mia, posso definire amici.

 

Pocket
Rif.: VNTRP234E5E51